mercoledì 6 maggio 2009

divergenza di vedute

Il papà segue la filosofia del passerà: non passerà oggi passerà domani. La mamma pensa sempre al peggio: in una banale bottarella, di quelle all'ordine del giorno con una trottolina ai suoi primi passetti e una trappolina sempre di corsa, vede subito un trauma cranico. E così ci si scontra. Il papà accusa la mamma di essere troppo protettiva, pessimista, ansiosa. La mamma rimprovera il papà perchè a suo dire rischia di sottovalutare un vero problema. Allora si cerca di mediare, di trovare un compromesso (che non soddisfa per niente la mamma), in modo da non correre al pronto soccorso per un nonnulla ma neppure di aspettare più di un paio di giorni prima di chiamare il pediatra per un qualche malanno. E così oggi la mamma è al lavoro, ma con la testa è alla trottolina che da ieri ha la febbre alta, guarda il telefono, vorrebbe chiamare il pediatra ma ha promesso di aspettare almeno il pomeriggio. Che poi si fa presto a dire chiamo il pediatra! La pediatra di base è reperibile telefonicamente dalle 8,30 alle 9, e mamma deve essere davvero fortunata per riuscire a trovare la linea libera. Se perde la mezz'ora, allora deve chiamare la segretaria alla quale espone il problema, lei riferisce alla dottoressa, mamma richiama e forse avrà un appuntamento. E comunque la mamma già conosce la risposta che le darebbe la dottoressa: "Signora, cosa ci posso fare io se ha la febbre alta da ieri?" Magari guardarle gola, orecchie, auscultarla non sarebbe una cattiva idea tanto per cominciare. "Deve somministrare la tachipirina, e se con quella la febbre si abbassa può tranquillamente aspettare due giorni." Sarà che mamma è fatta male, sono la prima ad ammetterlo, ma la parola tranquillamente non c'è più nel suo vocabolario. Va bene, mamma chiamerà il pediatra "a pagamento". Lui sicuramente visiterà la sua trottolina in giornata!

7 commenti:

utente anonimo ha detto...

Come ti capisco, Silvia!
Anch'io mi scontro spesso con mio marito, le mamme sono così... stanno male per i lori bimbi...un bacino alla stellina,
Amalia

utente anonimo ha detto...

sono uguale a te!!! Panico totale...in ugual misura anche il babbo!!! anche ora che è grande!
Certo "che cosa ci posso fare..." me lo direbbe una sola volta perchè la rimbalzerei a male parole!!!parola di
Gabriella

SpippiLove ha detto...

Certo, un medico che dice "che ci posso fare" è da strangolare,eh!! Credo sia normale l'ansia e la preoccupazione...è l'isrinto materno....Un bacino issimo alla trottolina,speriamo passi in fretta!!! Ciao ciao... Un bacione!!

Drusie ha detto...

non posso neanche immaginare l'ansia diuna mamma di fronte alla propria figlia che sta male!
baci alla piccolina!

ArcHantAlarch ha detto...

bella pediatra!
La prima volta che la senti digliene 4 ma di quelle pesanti!

utente anonimo ha detto...

I medici così meglio perderli... un bacino alla stellina,
Amalia

utente anonimo ha detto...

io sono così in ansia per i miei cani, chissà per un figlio! impazzierei a saperla con le febbre alta, ma oggi come sta?