giovedì 21 maggio 2009

la donzelletta vien dalla campagna...

... e reca in mano un mazzolin di rose e viole

Reminiscenza scolastica: il Leopardi fu accusato (mi sembra dal Pascoli) di incoerenza botanica: il mazzolino del Sabato Del Villaggio è un mazzolino impossibile, poichè da noi le viole fioriscono a marzo e le rose a maggio. Avrei qualcosa da obiettare...

6 commenti:

utente anonimo ha detto...

Ih,ih, hai proprio ragione Silvia!
Cmq, hai proprio un bel giardino, complimenti.
Amalia

sil71 ha detto...

ricamo e giardino: le mie passioni :P

Drusie ha detto...

direi che hai delle ottime prove per dimostrarlo!!!!

bellissimi fiori e bellissimo giardino!

girasole75 ha detto...

Sai Silvia che Leopardi non è l'unico ad essersi preso licenze poetiche. A S. Mauro Pascoli ci hanno raccontato anche del Pascoli e delle mimose. Sono di colore e forma diversa rispetto a quelle che comunemente compriamo

Drusie ha detto...

mi sa che non l'ho messo sul mio blog l'angioletto, però lo puoi trovare qui

http://puntocrocebiz.blogspot.com/2009/03/grazie-manu.html

l'avevo regalato a un'amica di blog!

ArcHantAlarch ha detto...

Ahahahah!!!
Quanto mi piacciono le rose di quel tipo: sembra una splendida aurora racchiusa in quei petali profumati...