lunedì 26 settembre 2011

composizioni...


...della piccola creativa di casa...

giovedì 22 settembre 2011

è nata...

Sono zia per la terza volta! Per lei, naturalmente, un lenzuolino ricamato a punto antico
in lilla n. 211 (perlè DMC n. 8)
(schema tratto da uno dei Libri del Punto Antico di Bruna Gubbini)

martedì 20 settembre 2011

sulla scrivania


per matite, pastelli colorati e tutti i suoi tesori un nuovo scrigno per la mia trappola dal sal cuori 2011 di MLisa (interrotto a metà)

sabato 17 settembre 2011

un quadretto romantico


Da questo wip (free di Manka) e da una cornice ikea non trattata un quadretto romantico per dire grazie a Roberta.

martedì 13 settembre 2011

piccoli pensieri


piccoli trovaforbici a punto antico per piccoli pensieri lino 15 fili, perlè n. 8

lunedì 12 settembre 2011

... e si ricomincia


Un nuovo anno! E anche la piccola di casa è alle prese con il suo primo grande inizio Quante emozioni questa mattina!
Prima alla scuola elementare, poi a quella materna.... Non volevano ammettere l'emozione, ma chissà cosa sentivano in quei cuoricini Buon anno scolastico, a tutti i figli e alle loro mamme
che sia sereno e ricco di emozioni

venerdì 9 settembre 2011

agosto a punto antico

E dopo il porta forbici su schema di Stefany
(che ha appena pubblicato il mio lavoro e quello di Cristina sul suo magnifico blog: made in Italia)
nella scatola dei ricordi non poteva mancare il trova forbicine
a punto antico (motivo tratto da uno dei libri di Bruna Gubbini)
lino 15 fili e perlè 8 Anchor n. 100

lunedì 5 settembre 2011

il tombolo in valle aurina

Dopo 500 anni di estrazioni di rame, la miniera di Predoi dovette chiudere nel 1893, lasciando molte famiglie senza entrate. Le donne del paese non si scoraggiarono e fecero del loro passatempo un lavoro: con l'aiuto del parroco del paese e con il sostegno delle famiglie aristocratiche padrone della miniera, tre lavoratrici del tombolo particolarmente dotate vennero mandate a Vienna per perfezionare l'arte. Nel 1894 venne istituita a Predoi una scuola per il lavoro al tombolo dove vennero tramandati alle donne della valle gli insegnamenti imparati a Vienna. Il successo fu immediato: aristocratici e famiglie nobiliari acquistarono subito i lavori provenienti dalla Valle Aurina. Il guadagno per le artigiane era minimo, spesso venivano pagate anche solo con generi alimentari. Con la Prima Guerra Mondiale, l'Alto Adige si staccò dall'Austria e quindi anche reperire il materiale per i filati fu molto difficile. Solo negli anni '30 si potè riprendere a lavorare al tombolo con filati provenienti da Milano. Nel 1994 venne fondata a Predoi un'associazione del tombolo, che si prese l'incarico di tramandare la tecnica e l'esperienza alle nuove generazioni. È possibile assistere al lavoro al tombolo nella Casa Predoi, nella Museo delle Miniere - Granaio di Cadipietra e nel centro visitatori del Parco Naturale di Casere.                                                                                   info qui
La mia mamma, che ben conosce la mia passione, non poteva non portarmi un ricordo di questi luoghi: un gufetto ricamato da una vecchina in un maso sperduto tra le montagne